Feed on
Posts
Comments

Atto secondo

(Prima scena)

I Sacerdoti scortano Tamino e Papageno al Tempio per la prima prova, quella del silenzio. (Tutti se ne sono andati, soltanto Pamina resta e subito le tenebre della notte, avvolgendola, le portano la voce della madre); tra corruschi bagliori compare la Regina della Notte che le consegna un pugnale con il quale, uccidere Sarastro, poiché si è impadronito a tradimento, così ella dice, del Settemplice Cerchio degli Iniziati, che conferisce il potere della conoscenza a chi lo possiede e che a lei sola spettava.

All’esitazione di Pamina la Regina sfoga su di lei tutta la sua ira.

  • Konigin Deutch

Der Hölle Rache kocht in meinem Herzen,
Tod und Verzweiflungflammet um mich her!
Fuhlt nicht durch dich Sarastro Todesschmerzen,
So bist du meine Tochter nimmermehr.
Verstoßen sei auf ewig, verlassen sei auf ewig,
Zertrummert seìn auf ewig alle bande der Natur,
Wenn nich durch dich Sarastro wird erblassen!
Hört, Rachegötter! Hart der Mutter Schwur!
(Sie versinkt)

  • Regina Italiano

Vendetta infernale brucia nel mio cuore,
morte e disperazione fiammeggiano attorno a me!
Se Sarastro non proverà per mano tua le pene della morte
tu non sarai più mia figlia.
Per sempre sarai ripudiata, per sempre abbandonata,
per sempre saranno spezzati i legami naturali
se Sarastro non sarà da te ucciso!
Udite, Dei vendicatori! Ascoltate il giuramento della madre!
(Sprofonda)

« Monostato e schiavi Tre geni »

Leave a Reply