Feed on
Posts
Comments

Pagina 2

  1. (corale) Voglio restare qui presso di te; non scacciarmi! Da te non voglio allontanarmi quando ti si spezza il cuore. Quando il tuo cuore si spegnerà nell’ultima agonia, allora ti prenderò fra le mie braccia e nel mio grembo.
  2. (Recit evang) Allora Gesù andò con loro in un podere, chiamato Getsemani e disse ai discepoli: (Gesù) Sedetevi qui, mentre io vado là a pregare. (Evang) E, presi con sé Pietro e i due figli di Zebedeo, cominciò a provare tristezza e angoscia. Gesù disse loro: (Gesù) La mia anima è triste fino alla morte; restate qui e vegliate con me. (Mt 26, 36 – 38)
  3. (recit tenore e corale) Ahimè! Trema il cuore straziato; come è prostrato, esangue il suo volto! Il giudice lo trascina in tribunale. Là non c’e nessuno che lo conforti e aiuti. Soffre tutte le pene dell’inferno, deve pagare per le colpe altrui. Ah, mio Salvatore, se il mio amore potesse mitigare o aiutarti a sostenere l’ansia e il timore, come vorrei rimanere qui! (Corale) Qual è la cagione di tutti questi tormenti? Ah, i miei peccati ti hanno percosso! Io, mio Signore Gesù, sono la causa delle tue sofferenze.
  4. (aria tenore con coro) (solista) Voglio vegliare presso il mio Gesù. (Coro) Così si estingueranno i nostri peccati. (solista) la mia morte è riscattata dalla sua angoscia; per la sua afflizione mi sarà concesso pieno gaudio. (coro) Così i dolori che ha assunto su di sé saranno per noi tanto amari ma pur dolci.
  5. (Preghiera sul monte degli ulivi) (recit evang) E, avanzatosi un poco, si prostrò con la faccia a terra e pregava dicendo: (Gesù) Padre mio, se è possibile, passi da me questo calice! Però non come voglio io, ma come vuoi tu! (Mt. 26, 39)
  6. (recit basso) Il Salvatore si prosterna davanti al Padre; riscattando me e tutti i mortali dalle nostre colpe e riconducendoci alla Grazia di Dio. E’ pronto a bere il calice amaro della morte, in cui son stati versati i ripugnanti peccati di questo mondo, perché questa è la volontà di Dio.
  7. (aria basso) Di buon grado accetterò la croce e il calice, bevendo il mio Salvatore. Che il suo labbro, da cui sgorga latte e miele, col primo sorso ha addolcito il fondo del calice e l’amarezza del dolore. (da capo)
  8. (recit evang) Poi tornò dai discepoli e li trovò che dormivano e disse loro: (Gesù): Così non siete stati capaci di vegliare un’ora sola con me? Vegliate e pregate, per non cadere in tentazione. Lo spirito è pronto, ma la carne è debole. (evang) E di nuovo, allontanatosi, pregava dicendo: (Gesù): Padre mio, se questo calice non può passare da me senza che io lo beva, sia fatta la tua volontà. (Mt 26, 40-42)
  9. (corale) Sia sempre fatto il volere di Dio, la sua volontà è sempre la migliore. Egli è pronto ad aiutare coloro che credono fermamente in lui. Nella sua misericordia, soccorre nei travagli e castiga con equità. Chi si affida a Dio e in lui fermamente confida, non sarà da lui abbandonato.
  10. (recit evang) E tornato di nuovo, trovò i suoi che dormivano, perché gli occhi loro si erano appesantiti. E, lasciatoli, si allontanò di nuovo e pregò per la terza volta, ripetendo le stesse parole. Poi si avvicinò ai discepoli e disse loro: (Gesù): Ah! Dormite ora e riposate? Ecco è giunta l’ora nella quale il Figlio dell’uomo sarà consegnato in mano ai peccatori! Alzatevi, andiamo; ecco, colui che mi tradisce si avvicina. (Cattura) (evang) Mentre parlava ancora, ecco arrivare Giuda, uno dei dodici, e con lui una gran folla con spade e bastoni, mandata dai sommi sacerdoti e dagli anziani del popolo. E il traditore aveva dato loro questo segnale dicendo: “Quello che bacerò, è lui; arrestatelo”! E subito si avvicinò a Gesù e disse: (Giuda): Salve, Rabbì! (evang) E lo baciò. E Gesù gli disse: (Gesù): Amico, perché sei qui? (evang): Allora si fecero avanti e misero le mani addosso a Gesù e lo arrestarono. (Mt 26, 43-50)
  11. (aria – duetto soprano e contralto – con coro) (solisti): Così il mio Gesù è prigioniero, la luna con ogni luce s’è spenta per il dolore, che il mio Gesù è prigioniero, lo trascinano via in catene. (coro): Lasciatelo, fermatevi, non lo legate! (27b coro) Sono scomparsi tra le nuvole i fulmini e i tuoni? Spalanca i tuoi abissi, o inferno, distruggi, annienta, inghiotti, dilania all’istante, nel tuo furore, il perfido traditore, quella genìa scellerata!
  12. (recit evang) Ed ecco uno di quelli che erano con Gesù, messa mano alla spada, colpì il servo del sommo sacerdote, staccandogli un orecchio, allora Gesù gli disse: (Gesù): rimetti la spada nel fodero, perché tutti quelli che mettono mano alla spada periranno di spada. Pensi forse che io non possa pregare il Padre mio, che mi darebbe più di dodici legioni di angeli? Ma come si adempirebbero le scritture? Così deve avvenire. (Evangelista) In quello stesso momento Gesù disse alla folla: (Gesù) Siete usciti come contro un brigante, con spade e bastoni per catturarmi. Eppure ogni giorno ho mangiato con voi e ho insegnato nel tempio, e non mi avete arrestato. Ma tutto questo è avvenuto perché si adempissero le Scritture dei profeti. (Evang): Allora tutti i discepoli, abbandonatolo, fuggirono. (Mt 26, 51-56)
  13. (Corale) Uomo piangi i tuoi gravi peccati, per essi Cristo ha lasciato il seno del Padre ed è venuto sulla terra; da una vergine pura e pietosa ha voluto nascere qui per noi e farsi nostro intercessore. Ha ridato la vita agli estinti e guarito ogni infermità, prima che giungesse il momento di sacrificarsi per noi e prendere su di sé il grave peso dei nostri peccati, morendo sulla croce.
  14. (Aria contralto con coro) (solista): Ah! Il mio Gesù è perduto! E’ possibile, sostenere la vista? Ah! Il mio agnello è tra gli artigli della tigre, Ah! Dov’è il mio Gesù? Ah! Cosa risponderò alla mia anima se me lo chiederà ansiosa? Ah! Dov’è il mio Gesù? (coro) Dov’è andato il tuo amico, o tu che sei la più bella fra le donne? Dove s’è diretto il tuo amico? Con te vogliamo cercarlo.
  15. (Recit evang) Or quelli che avevano arrestato Gesù, lo condussero dal sommo sacerdote Caifa, presso il quale già si erano riuniti gli scribi e gli anziani. Pietro intanto lo aveva seguito da lontano fino al palazzo del sommo sacerdote; ed entrato anche lui, si pose a sedere tra i servi, per vedere la conclusione. I sommi sacerdoti e gli anziani e tutto il sinedrio cercavano qualche falsa testimonianza contro Gesù, per condannarlo a morte; ma non riuscirono a trovarne alcuna. (Mt 26, 57-60a)
  16. (Corale) Il mondo m’ha ingannato con menzogne e imposture, tendendomi tante insidie e trappole occulte. Signore, nei pericoli veglia su di me, proteggimi dalla perfidia!
  17. (Reci evang) Pur essendosi fatti avanti molti falsi testimoni, non riuscirono a trovarne alcuna. Finalmente se ne presentarono due che affermarono: (I° e II° testimone): Costui ha dichiarato: “Posso distruggere il tempio di Dio e ricostruirlo in tre giorni”. (Evang) Alzatosi, il sommo sacerdote gli disse (Sommo sacerdote): Non rispondi nulla a quello che costoro testimoniano contro di te? (Evang) Ma Gesù taceva. (Mt 26, 60b-63a)
« Inizio Pagina 3 »

3 Responses to “Pagina 2”

  1. Amleto says:

    Grazie per il libretto in italiano!

  2. alessandro says:

    Ho la versione diretta da Nikolaus Harnoncount dove manca la traduzione italiana. Grazie per il libretto in Italiano e complimenti per il vostro lavoro. Alessandro

  3. piero says:

    Grazie per i complimenti e per la visita, Alessandro!

Leave a Reply